giovedì 13 giugno 2013

La Mia Casa, il mio Templum, il mio Lavoro




Esiste ancora un luogo avvolto da un misterioso alone di magia, non visibile, ma percettibile al normale sguardo dell'uomo, celato tra le acque trasparenti delle sorgenti o nei corsi d’acqua sotterranei, negli antichi pozzi dimenticati, tra il vento a volte impetuoso a volte con sottile voce, racconta e fruga tra le foglie dei boschi.Spazi dove le cose invisibili si svelano all'improvviso, dove il tempo pare che si fermi e ti osserva, dove non esistono limiti magia, incanto, meraviglia e stupore. Dove la linea dell'orizzonte si fonde con il cielo, dove le colline che ci stanno attorno, appaiono come draghi assopiti in attesa di un risveglio o mascherati sotto i nostri piedi, o tra le fronde di un maestoso albero. Universi che esistono al di là dei nostri normali sensi, oltre il tutto ...Sono i luoghi del, e per l’incanto, dell'ispirazione, i
mondi atavici dove ancora vivono in un sussurro inquieto anime passate, spiriti senza tempo, voci di mondi lontani e vittime recenti che cercano in una nuova reincarnazione la vita che gli fu tolta, antiche storie di gnomi, folletti e fate ...Mondi paralleli senza nome, chiamati semplicemente Mondi di Mezzo, sono mondi sconosciuti all'uomo, mondi Magici, mondi senza confini.... la pace non è soltanto il contrario di guerra, la pace è e deve esserela legge dell’uomo. I mondi magici difficilmente ci appaiono ma soprattutto sono in pochi coloro che hanno il privilegio di vedere gli esseri che li abitano, che ne sentono la voce e l’amore che trasmettono.Durante certe particolari notti, quando la luna piena illumina gli antichi sentieri, al crepuscolo con la luce dorata, oppure all’alba quando la bruma accarezza i prati incolti e le fronde degli alberi è più facile scorgere i luoghi abitati da questi spiriti caritatevoli; se si osserva con attenzione, lasciandosi trasportare dalle dolci sensazioni che solo la natura sa donare, è possibile vedere nel buio della notte risplendere miriadi di luci, falò che rischiarano gli angoli più nascosti del bosco e della selva .Non abbiate paura sono gli spiriti del bosco che danzano alla luna. Fabio Mazzoni

Nessun commento:

Posta un commento